Il Museo Civico di Storia Naturale è l'erede di una lunga tradizione di studi e di raccolte naturalistiche.

museo civico storia naturale veronaIl Museo Civico di Storia Naturale, il cui attuale nucleo di esposizione risale al 1962, è l'erede di una lunga tradizione di studi e di raccolte naturalistiche.

Le collezioni del Museo, organizzate nelle sezioni di Botanica, Geologia e Paleontologia, Preistoria, Zoologia, comprendono milioni di oggetti naturali che costituiscono un patrimonio di eccezionale importanza e ricchezza.

Una sede decentrata si trova nell'Arsenale austriaco Franz Josef I (palazzina comando) per le sezioni di preistoria e botanica, visitabile solo su specifica richiesta.
Indirizzo:
Lungadige  Porta Vittoria 9
37129 Verona
Ubicazione Ufficio: Palazzo Pompei
Telefono:
+39 045 8079400
Fax:
+39 045 8035639
E-mail: mcsnat@comune.verona.it
Dirigente:  Giuseppe Minciotti

La sezione di Botanica è nata nel 1964 per volere dell'allora direttore F. Zorzi. Nella sezione sono raccolti circa 260.000 campioni d'erbario che formano, nell’ambito di tutti i musei civici italiani, una tra le più importanti collezioni per numero e qualità. L’erbario aumenta annualmente grazie ai campioni raccolti ed alle donazioni e lasciti di studiosi italiani e stranieri. La sezione si occupa della redazione di studi specialistici che vengono pubblicati su riviste italiane ed estere e collabora con l’Università di Padova per la realizzazione di tesi di laurea e tirocini.


Sezione di Botanica.
La sezione di Botanica affianca la sezione di Didattica nella progettazione e realizzazione di attività e percorsi in museo e sul territorio.
erbario_massalongo fogli_di_erbario
Informazioni e contatti:
La sezione è aperta ad ogni tipo di consulenza botanica, previo appuntamento con il personale tecnico-scientifico.
Tecnico, p.a. Francesco Di Carlo Interessi principali: conservazione delle collezioni botaniche, floristica delle Fanerogame
E-mail: francesco.di-carlo@comune.verona.it, tel. 045 594836
Come:
L'accesso alle collezioni, per motivi di studio, è possibile previa richiesta alla Direzione.
Dove:
Piazza dell'Arsenale, n.8- Verona


Sezione di Zoologia.
Le principali attività della sezione di zoologia hanno come scopo la ricerca, la conservazione e l’incremento delle collezioni.
Attualmente sono circa 2.000.000 gli esemplari conservati, numero che aumenta progressivamente grazie alle ricerche, alle donazioni e in qualche caso all’acquisto di nuove collezioni.
La ricerca si svolge prevalentemente nel territorio veronese ed è finalizzata soprattutto allo studio degli invertebrati. Alcuni progetti vengono realizzati in altre zone d’Italia o all’estero in collaborazione con altri enti e istituzioni.
La sezione si occupa inoltre dell'allestimento delle sale di esposizione o di mostre temporane e organizza convegni e seminari anche a livello internazionale.
diorama tigri salone acqua terra aria
Informazioni e contatti:
Per motivi di studio è possibile chiedere in prestito o visionare materiali zoologici. E’ necessario rivolgersi al personale della sezione per fissare un appuntamento motivando la propria richiesta. E’ inoltre possibile ottenere alcuni materiali in prestito per periodi limitati.
Conservatore, dr. Leonardo Latella interessi principali:
- Biodiversità ed ecologia della fauna cavernicola
- Morfologia, sistematica ed ecologia dei Coleotteri Cholevidi e degli Anfipodi Talitridi
e-mail: leonardo.latella@comune.verona.it
Tecnico, Roberta Salmaso interessi principali:
- Conservazione delle collezioni
- Anfibi e Rettili
e-mail:roberta.salmaso@comune.verona.it
Come:
In seguito a specifica richiesta e su appuntamento il personale della sezione è a disposizione dei cittadini che desiderino avere informazioni su animali da loro rinvenuti nelle proprie case o durante escursioni.
Dove:
Palazzo Pompei - Lungadige Porta Vittoria, 9 - 37129 Verona
 
Sezione di Preistoria.
Le attività della sezione di preistoria sono finalizzate non solo alla conservazione e all’incremento delle collezioni, ma anche alla ricerca e alla divulgazione scientifica.
In primo piano vi sono gli scavi archeologici, condotti su concessione o in convenzione col Ministero per Beni e le Attività Culturali, e le prospezioni sul territorio, ma un ruolo fondamentale rivestono anche la conservazione e il restauro delle collezioni archeologiche in deposito presso il Museo.
Le ricerche interessano in particolar modo il territorio della provincia veronese anche se intensa è la collaborazione con altri enti e istituzioni per lo svolgimento di alcuni progetti di ricerca in altre regioni d'Italia o all’estero.
La sezione è impegnata anche nell’allestimento di mostre temporanee su rinvenimenti archeologici di particolare interesse o su temi preistorici di carattere più generale e nell’organizzazione di convegni e seminari.
Gli studenti Universitari e delle Scuole Superiori possono svolgere presso il Museo stages formativi, indirizzati sia alla conoscenza dell’attività tecnico-scientifica della sezione sia all’acquisizione di tecnologie informatiche applicate allo studio dei siti e dei beni archeologici. La sezione ospita studenti per la preparazione di tesi di Laurea, di Specializzazione e di Dottorato.
La sezione dispone di una ricca Biblioteca di Preistoria con testi e riviste italiani e esteri, di cui gestisce direttamente l’organizzazione e l’accesso.
vasi preistorici sala preistoria veronese
Informazioni e contatti:
I cittadini possono rivolgersi alla sezione per una prima identificazione di eventuali rinvenimenti archeologici, di cui verrà data segnalazione alla competente Soprintendenza Archeologica, istituzionalmente deputata alla tutela di eventuali rinvenimenti archeologici.
I cittadini veronesi possono inoltre ricevere informazioni sul primo popolamento umano del territorio veronese ricco di siti e insediamenti tra i più antichi d'Italia. Tel. 045 8005157
Tecnico, dr. Nicoletta Martinelli Archeologo, Specializzato in Archeologia Preistorica
interessi principali: conservazione delle collezioni, disegno di materiale archeologico, cronologia dell’età del Bronzo
E-mail: nicoletta.martinelli@comune.verona.it, tel. 045 8005157
Come:
L'accesso alle collezioni archeologiche per studio e ricerca è consentito a seguito di formale richiesta alla Dirigenza.
Il prestito, consentito per studio o esposizione, è subordinato al parere favorevole della competente Soprintendenza Archeologica per i reperti di proprietà statale.
Dove:
Piazza dell'Arsenale, n.8 - Verona

Sezione di Geologia e Paleontologia.
Presso la sezione sono conservati complessivamente circa 250.000 campioni tra reperti fossili e campioni di rocce e minerali, corrispondenti a 41.000 inventari strutturati per collezioni tematiche. Oltre alla conservazione del materiale in esposizione e delle raccolte (pulizia, restauro, verifica collocazioni ed inventariazione) viene seguito l'incremento e lo studio delle collezioni promuovendone la divulgazione. La sezione svolge un’attività di ricerca anche in collaborazione con altri enti ed istituzioni nazionali ed internazionali (inventariando il materiale dello scavo).
cranio mammut cranio ursus spleleus
Informazioni e contatti:
La sezione di geologia effettua un servizio di consulenza al pubblico per visionare eventuali reperti, per argomentazioni geologiche e per la consultazione della cartografia tematica (geologica, topografica, Cartografia Tecnica Regionale, ecc.) di cui il Museo dispone (effettuabile anche tramite la Biblioteca) e del Catasto Grotte della Provincia di Verona. Si prega di contattare telefonicamente.
Conservatore, dr. Roberto Zorzin lavora nella sezione di geologia dal 1987, prima come aiuto-conservatore e dal 1998 in qualità di conservatore, laureato in scienze geologiche presso l'università di Trieste si occupa in particolare dello studio dei fenomeni carsici, di idrogeologia e di geomorfologia.
E-mail: roberto.zorzin@comune.verona.it, tel. 045 8079415.
Tecnico, dr. Anna Vaccari tecnico di laboratorio dal 1997, laureata in scienze geologiche presso l'Università di Milano si occupa della gestione tecnico-pratica delle collezioni, del restauro dei reperti e degli interventi nelle esposizioni.
E-mail: anna.vaccari@comune.verona.it, tel. 045 8079422.
Come:
L'accesso alle collezioni per motivi di studio è possibile previa richiesta alla Direzione del Museo oppure al Conservatore di sezione. E' possibile anche un prestito del materiale se lo stato di conservazione consente il trasporto e generalmente non si effettuano spedizioni. Il ritiro del materiale e la riconsegna deve essere effettuato dal richiedente o da un suo collaboratore.
I prestiti vengono effettuati per iniziative culturali e mostre temporanee nazionali ed estere (per le procedure contattare la Direzione del Museo).
Dove:
Palazzo Pompei - Lungadige Porta Vittoria, 9 - 37129 Verona

 
Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull'immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento: