Campania è una terra ricca di storia museale: i musei in provincia di Avellino.

Una passeggiata per il centro storico mette in risalto alcuni simboli della città come la torre dell'Orologio, opera del '600 in stile barocco, che scandisce le giornate di Avellino; l'artistica "Fontana di Bellerofonte", nota con il nome popolare "Fontana dei tre cannuoli" o Fontana Caracciolo; l'obelisco, dedicato a Carlo II d'Asburgo, alla cui realizzazione partecipò il Caracciolo; e La Villa Comunale.

In città è possibile visitare diversi musei: il Museo Archeologico Irpino e Biblioteca Provinciale, il più importante complesso culturale della città dove ammirare reperti archeologici, che vanno dal neolitico antico, all'età del ferro e del bronzo, all'epoca romana, ed oltre 300.000 libri; il Museo Zoologico degli Invertebrati "Carbone Lauretana", con molte collezioni di categorie di animali rarissimi, per lo più estinti; la galleria dei Selachoidei; un piccolo museo dedicato esclusivamente agli squali.


I musei in provincia di Avellino.

Avellino è, anche, una città ricca di Chiese antiche e moderne. Tra queste si citano: la Chiesa di S. Maria, la più antica della città, abbattuta per edificare il Duomo, ma di cui rimangono resti laddove c'è la Cappella dell'Annunziata; la Chiesa del Rosario, o Cattedrale dell'Assunta; la Chiesa di San Francesco Saverio (nota come Santa Rita), la Chiesa di S. Maria del Carmine; la Chiesa di S. Maria del Rifugio; la Chiesa del Santissimo Sacramento; la Chiesa S. Giovanni Battista; la Chiesa di S. Maria di Costantinopoli; la Chiesa di S. Antonio Abate; la Chiesa di S. Leonardo e la Chiesa di S. Maria delle Grazie, annessa al Convento dei Cappuccini.


Avellino.


Museo irpino
Lapidario provinciale ex carcere borbonico.
Esposizione di reperti archeologi della Soprintendenza ex carcere borbonico, via Dalmazia.
Museo archeologico provinciale "Irpino"
Museo provinciale del Risorgimento ex carcere borbonico.
Pinacoteca provinciale irpina ex carcere borbonico (in riallestimento).
Lapidario e museo diocesano piazza 23 novembre (spalle duomo) corso Umberto I.
Galleria nazionale dei Selachoidei
Museo d'arte via degli Imbimbo 47
Museo zoologico degli invertebrati "Lauretana Carbone" corso Umberto I,131 (in riallestimento a seguito di un grave furto).
Museo civico di Villa Amendola, Via dei Due Principati.
Leggi anche: Campania è una terra ricca di storia museale: i musei in provincia di Salerno.

Ariano Irpino.



Museo archeologico

Museo della civiltà normanna
Museo civico e della ceramica
Museo degli argenti
Museo diocesano
Museo Giuseppina Arcucci
Biogeo, museo di storia della vita e della Terra





Calitri.



Museo della ceramica

Museo dell’Istituto statale d'arte
Museo etnografico
Mostra di oggetti sacri nella cripta della chiesa dell'Immacolata concezione
Museo delle scienze interattive


Mercogliano.



Antiquarium di Mercogliano
Museo abbaziale di Montevergine
Museo dei ricordi
Mirabella Eclano
Museo di Arte Sacra
Museo civico archeologico "Antica Aeclanum"
Museo civico del Carro di paglia
Museo dei Misteri di cartapesta
Leggi anche: Campania è una terra ricca di storia museale: i musei in provincia di Benevento.

Altri.



Museo civico della gente senza storia, Altavilla Irpina
Museo "Sant'Alberico Crescitelli", Altavilla Irpina
Museo della civiltà contadina e artigiana di Andretta, Andretta
Museo etnografico "Beniamino Tartaglia", Aquilonia
Museo delle città itineranti, Aquilonia
Museo della dogana, Atripalda
Antiquarium, Avella
Museo archeologico, Bisaccia
Museo della civiltà contadina, delle arti e dei mestieri, Bonito

Museo Gerardino, Caposele
Museo archeologico, Carife
Museo della pietra, della paglia e del presepe, Fontanarosa
Museo dei paramenti sacri e attrezzi artigianali di Forino, Forino
Antiquarium Filippo Buonopane, Grottaminarda
Museo delle Tecnologie, della Cultura e della Civiltà Contadina dell'Alta Irpinia, Guardia Lombardi
Museo diocesano San Gerardo, Lacedonia
Museo "Umberto Nobile", Lauro
Museo civico naif, Lauro
Museo etnografico, antropologico e del territorio di Lioni, Lioni
Museo della religiosità Montecalvese e della Memoria Pompiliana, Montecalvo Irpino
Museo del Risorgimento "Lo Spielberg d'Irpinia", Montefusco
Museo dell'Opera di San Francesco a Folloni, Montella
Museo dei Parati Sacri, Montemarano
Museo Etnomusicale “Celestino Coscia e Antonio Bocchino”, Montemarano
Museo delle Attività Contadine ed Artigianali di Montoro Inferiore, Montoro
Museo civico di Morra De Sanctis, Morra De Sanctis



Museo diocesano d'arte sacra di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia, Nusco
Museo della Civiltà contadina di Paternopoli, Paternopoli
Museo della Beata Teresa Manganiello, Pietradefusi
Museo delle feste, Quadrelle
Museo di arte sacra, Quindici
Museo civico Don Nicola Gambino, Rocca San Felice
Pinacoteca comunale di arte contemporanea, San Martino Valle Caudina
Museo del lavoro, San Potito Ultra
Museo dell'Opera dell'Area Castello, Sant'Angelo dei Lombardi
Museo dell'emigrazione, Sant'Angelo dei Lombardi
Museo civico del complesso castellare, Summonte
Museo archeologico di Taurasi, Taurasi
Museo civico Torella Parva Turris, Torella dei Lombardi
Cripta Museo, Trevico
Museo Rachelina Ambrosini, Venticano
Museo civico Paolino Macchia, Villamaina
Museo comunale di Villanova del Battista, Villanova del Battista
Museo Etnografico della Piana del Dragone, Volturara Irpina
Leggi anche: Campania è una terra ricca di storia museale: i musei in provincia di Caserta.

2 commenti:

  1. Il Museo Archeologico sito in Corso Europa presenta reperti provenienti da donazioni private e da scavi condotti in diverse aree del territorio irpino dalla Soprintendenza Archeologica e vanno dal Paleolitico fino alla tarda Età Romana. Nella recente sede distaccata dell’ex-carcere borbonico, invece, troverete i documenti del Museo del Risorgimento e i dipinti della Pinacoteca Provinciale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo il tuo interesse @Giampaolo Rossi nel commentare e aggiungere dati a questo articolo.

      Elimina